Home
10/01/2017 - Curiosità: I Comuni soppressi in Italia.

L'istat ha comunicato le statistiche delle Unità Amministrative territoriali:

Non tutti forse sanno che nelle province di Asti, Alessandria e Genova (quelle dove siamo più radicati) ci sono stati i seguenti Comuni:

ASTI

Colcavagno
Montiglio
Scandeluzza
Bagnasco d'Asti
Castelvero d'Asti
Castiglione d'Asti
Cocconito
Dusino
Marmorito
Mondonio
Passerano
Primeglio Schierano
Quarto Astese
Rinco
San Marzano Moasca
San Marzanotto
San Michele d'Asti
San Paolo della Valle
Serravalle d’Asti
Sessant
Solbrito
Vaglierano
Villa Corsione

ALESSANDRIA

Bisio
Brignano del Curone
Brusaschetto
Carezzano Superiore
Castel de' Ratti
Castel San Pietro Monferrato
Corteranzo
Cuquello
Forotondo
Frascata
Groppo
Malvino
Molino Alzano
Molo di Borbera
Montalero
Montechiaro Denice
Pavone d'Alessandria
Quarti
Rosingo
Salabue
Sorli
Tagliolo Belforte
Torre de' Ratti
Varengo
Vargo
Villabella

GENOVA

Apparizione
Bavari
Bogliasco Pieve
Bolzaneto
Borzoli
Canepa
Cornigliano Ligure
Foce
Marassi
Molassana
Multedo
Nervi
Pegli
Pontedecimo
Pra
Quarto dei Mille
Quinto al Mare
Rivarolo Ligure
San Francesco d'Albaro
San Fruttuoso
San Giovanni Battista
San Martino d'Albaro
San Pier d'Arena
San Quirico in Val Polcevera
Sant'Ilario Ligure
Sestri Ponente
Staglieno
Struppa
Voltri

 

Codici statistici delle unità amministrative territoriali

 

Codici dei comuni, delle città metropolitane, delle province, delle regioni e variazioni territoriali e amministrative al 1° gennaio 2017

L'Istat, attraverso una verifica periodica presso le Regioni, acquisisce le variazioni territoriali e amministrative che si verificano sul territorio nazionale, documentate dal relativo provvedimento legislativo (esempio: Legge Regionale) pubblicato su un documento istituzionale ufficiale (esempio: Gazzetta Ufficiale, Bollettino Regionale). Le variazioni rilevate fanno riferimento solo alla modifica delle circoscrizioni territoriali, alla istituzione di una nuova unità territoriale, oppure ai cambi di denominazione.

Tutte le variazioni intercorse e recepite dall'Istat sono registrate negli appositi elenchi, pubblicati con cadenza semestrale il 30 giugno e alla fine di ogni anno, quando vengono pubblicati due elenchi: al 31 dicembre e al 1° gennaio dell’anno successivo. Ulteriori aggiornamenti possono essere pubblicati in periodi diversi da quelli previsti, per garantire la tempestiva divulgazione dei codici statistici delle unità territoriali interessate a variazione.

Tutti i file sono rilasciati in formato xls e csv.

Inoltre sono disponibili in download i file elenco dei comuni al 1° gennaio 2015 e al 30 gennaio 2015, cui si fa riferimento nei ricorsi avverso l'Istat per chiederne l'annullamento.

Nota. Il giorno 9 gennaio 2017 alle ore 15.47 il file “Elenco dei codici statistici e delle denominazioni delle unità amministrative” al 1° gennaio 2017, è stato sostituito a seguito dell'istituzione dei nuovi comuni di Alta Valle Intelvi (CO), Valfornace (MC) e dell'incorporazione del comune di Cavallasca in San Fermo della Battaglia (CO).

Le novità del 2016-2017

Nel corso dell’anno 2016 sono stati istituiti per fusione 27 nuovi comuni, a fronte della soppressione di 73. Le variazioni sono così distribuite: 17 comuni istituiti in provincia di Trento (49 comuni soppressi); 1 comune istituito in ciascuna delle seguenti province: Verbano-Cusio-Ossola, Rimini, Parma, Pavia (2 comuni soppressi in ciascuna), Reggio nell’Emilia (4 comuni soppressi); 1 comune istituito nella città metropolitana di Bologna (2 comuni soppressi); 2 comuni istituiti in provincia di Biella e in provincia di Belluno (5 comuni soppressi in ciascuna). I comuni di Ivano-Fracena e Prestine sono soppressi e incorporati rispettivamente nei comuni di Castel Ivano (TN) e Bienno (BS).

In provincia di Salerno, dal 10 giugno 2016 il comune di Capaccio assume la nuova denominazione di Capaccio Paestum. Dal 24 dicembre 2016, in provincia di Verona, il comune di Costermano assume la nuova denominazione di Costermano sul Garda.

Alla data del 31 dicembre 2016 risultano esistere 7.998 unità amministrative.

Dal 1° gennaio 2017 con le incorporazioni di Acquacanina nel comune di Fiastra (PU) e di Selve Marcone nel comune di Pettinengo (BI), nonché l'istituzione di 6 nuovi comuni: Colli al Metauro (PU), Terre Roveresche (PU), Montalcino (SI), Abetone Cutigliano (PT), San Marcello Piteglio (PT) e Terre del Reno (FE), mediante fusione di 15 unità amministrative, il numero dei comuni italiani risulta essere di 7.987 entità.

Dal 1° gennaio 2017 con le incorporazioni di Acquacanina nel comune di Fiastra (MC), di Selve Marcone nel comune di Pettinengo (BI) e di Cavallasca in quello di San Fermo della Battaglia (CO), nonché con l'istituzione di 8 nuovi comuni: Alta Valle Intelvi (CO), Colli al Metauro (PU), Terre Roveresche (PU), Valfornace (MC), Montalcino (SI), Abetone Cutigliano (PT), San Marcello Piteglio (PT) e Terre del Reno (FE), mediante fusione di 20 unità amministrative, il numero dei comuni italiani risulta essere di 7.983 entità.

A decorrere dal 1° gennaio 2017, con riferimento a tutte le rilevazioni statistiche ufficiali, sono validi e adottati i codici statistici delle città metropolitane di Reggio di Calabria, Catania, Messina e Palermo, corrispondenti alle omonime ex-province; nonché i codici statistici assegnati alle unità amministrative della Sardegna conseguentemente al riordino del sistema della autonomie locali per effetto della L.r. 2/2016, recante l'istituzione della città metropolitana di Cagliari, della nuova provincia del Sud Sardegna e la modifica della province di Sassari, Nuoro e Oristano ricondotte alla situazione antecedente alla L.r. 9/2001.

Città metropolitane

In data 1° gennaio 2015 sono entrate in vigore le prime nove città metropolitane: Torino, Milano, Genova, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Bari. A partire dal 1° gennaio 2017, con riferimento a tutte le rilevazioni statistiche ufficiali, sono validi e adottati i codici statistici delle città metropolitane di Reggio di Calabria, Catania, Messina e Palermo, corrispondenti alle omonime ex-province, nonché della città metropolitana di Cagliari, composta da 17 comuni provenienti dalla soppressa provincia di Cagliari.

L’Istat ha provveduto a pubblicare la notizia e i relativi codici all'indirizzo www.istat.it/it/archivio/145343.

Permalink aggiornato al 1° gennaio 2017

A partire dal 30 gennaio 2015 si rendono disponibili i link permanenti dell’elenco dei comuni italiani in formato csv e in formato xls. Tali indirizzi resteranno immutati ad ogni aggiornamento dei file.

Permalink: Elenco dei comuni italiani.csv
Permalink: Elenco dei comuni italiani.xls

ATTENZIONE. Si fa presente che con l'aggiornamento di dicembre 2015 la struttura dei file è cambiata. Le informazioni mancanti sono disponibili all’indirizzo http://www.istat.it/it/archivio/156224, alla voce "Classificazioni statistiche".





©2003 - NetGuru S.r.l. - via Bandello, 9 - 15057 - Tortona (AL)
telefono: 0131.820901 - fax: 0131.829853 - PEC: posta@pec.netguru.it
P.IVA: 02004020067
Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS! Powered by NetGuru